Come Affrontare In Modo Sano Una Lettura di Tarocchi

Come Affrontare In Modo Sano Una Lettura di Tarocchi

Quando si tratta di Tarocchi, questi sono spesso usati per capire il mondo che stiamo vivendo, una particolare condizione materiale o spirituale, cosa ci unisce all’altra persona, quali potrebbero essere le prospettive della coppia, oppure il lavoro, i desideri, i pensieri e le passioni.

Insomma, sono davvero moltissime le cose che possiamo meditare durante una lettura di Tarocchi. 

Quando stai per affrontare un consulto, sono cinque i concetti chiave che ti aiuteranno ad usare le nozioni estrapolate da quel consulto al fine di farne l’uso migliore. 

#1. Una lettura di Tarocchi riflette il momento presente

Una lettura di Tarocchi è una percezione della tua vita nel momento presente. Quello che appare come un concetto molto semplice è, in realtà, un riflesso di miliardi di pensieri e sentimenti che stai generando anche nel momento esatto in cui leggi questo articolo. 

Se non ti piace ciò di cui parla la tua lettura, hai sempre la possibilità di mettere in discussione il tutto, ma non necessariamente l’interpretazione che ti è stata fatta. Pensa invece agli atteggiamenti, alle scelte e ai pensieri che ti caratterizzano e che ti hanno portato esattamente dove sei.

Questa è una nozione liberatoria. Significa che sei libero di creare e ricreare la tua traiettoria infinite volte. 

Devi percepire i Tarocchi come una sorta di navigatore metafisico. Qualora dovessi sbagliare la strada, non c’è nulla di veramente ineluttabile. Puoi sempre riprogrammare il percorso per raggiungere la tua felicità. Quando sei felice, gli altri ricevono questa energia meravigliosa da te e, quindi, tutti prosperano. 

#2. Non esistono maledizioni, solo punti critici da lavorare

Applicando le direttive che emergono durante la tua lettura dei Tarocchi, puoi apportare tutte le modifiche esistenziali che andranno a determinare la tua vita futura. 

Concentra la massima attenzione sui punti critici e, invece di vederli come una spada di Damocle, inizia a lavorarci su. 

Ad esempio, se l’Otto di Spade viene estratto ad indicare il tuo attuale stato d’animo durante una lettura dei Tarocchi sull’amore, non essere vittima di questo Arcano! 

L’Otto di Spade si riferisce ad una persona sola ed intrappolata nelle proprie convinzioni. Invece di cadere preda dell’idea che questa realtà è quella che ti si prospetta per il futuro, usa la tua consapevolezza per apportare tutte le modifiche che devi apportare. 

Puoi approfondire ogni singola carta in modo autonomo. Sfrutta le parole chiave, i significati ed i concetti messi a tua disposizione sul blog della scuola di Tarocchi TdM.

Oppure, chiedi al tuo lettore di Tarocchi di aiutarti ad identificare le convinzioni che ti tengono intrappolato. Cerca di lavorare con il tarologo che ti segue su come cambiare queste convinzioni in modo che anche il tuo futuro cambi e tu possa attirare l’amore potenziale. 

Se stai lavorando bene, nel tuo prossimo consulto di Tarocchi vedrai carte più in sintonia con le tue frequenze. Capisci? Non positive o negative, ma in sintonia con le tue frequenze

Ancora più importante, ti sentirai potenziato dal lavoro che stai facendo e, allora, diventerai davvero un creatore della tua realtà. 

#3. Lavora sulle tue convinzioni limitanti

Un’introspezione dettagliata sulle tue convinzioni ti porterà a grandi risultati. Usando l’esempio riportato sopra sull’Otto di Spade, puoi iniziare a farti delle domande su tutte quelle credenze riguardo l’amore che ti isolano, oppure lavora sui falsi miti che tengono le persone intrappolate nella solitudine come le frasi: 

  • Sono già stato ferito prima e quindi mi feriranno di nuovo. 
  • È tanto tempo che sono da solo e non ho voglia di condividere i miei spazi. 
  • Perché dovrei aprirmi a qualcosa che so che mi farà soffrire? 
  • Sto bene da solo anche perché ho difetti imbarazzanti.

Un lettore di Tarocchi può aiutarti a scoprire le convinzioni nascoste che ti hanno tenuto bloccato. 

Quando i consultanti iniziano a chiedere questo tipo di aiuto, scoprono immediatamente che non c’è fine alla potenza che hanno i Tarocchi. Da un lato si iniziano a rilasciare le energie che hanno mantenuto queste convinzioni in vita; questo permette di avere spazio per una riprogrammazione potenziante. 

Dall’altro lato, nell’esistenza del consultante, inizieranno ad essere apportati cambiamenti positivi.

Non è magico tutto questo?

#4. Puoi fare più di un consulto

Non è detto che tu riesca a venire a capo di una risposta con un solo consulto. Se questo dovesse accadere, non preoccuparti. Non è sinonimo del fatto che il tuo problema sia così grave. Proprio come un pianoforte ha bisogno di un processo un po’ più lungo per essere accordato, così molte persone hanno bisogno di essere seguite con più frequenza. 

Forse provengono da un periodo di negatività, forse hanno introiettato diverse convinzioni limitanti, forse hanno bisogno di più step per risolvere un dato problema. 

Ricerche scientifiche dimostrano che chi è in grado di tagliare un traguardo, non lo fa con la strana convinzione del “buona la prima”. Sono persone che prendono coscienza di qualcosa, si figurano come risolverla, capiscono come attuare il proprio progetto e si muovono in tal senso. 

Questo può richiedere un po’ più di tempo.

Qui trova anche la giusta collocazione il classico quesito su quante volte sia possibile fare una domanda ai Tarocchi. 

Non esiste una risposta oggettiva. Se stai chiedendo sempre sulla stessa situazione nonostante non stia accadendo nulla di significativo nella tua vita, allora dovresti limitarti a fare un solo consulto.

Di contro, se il tema del tiraggio dovesse cambiare oppure se situazioni ed eventi hanno modificato l’assetto principale della dinamica già meditata in precedenza, allora è possibile intervenire con ulteriori letture di supporto più e più volte. 

Il Tarocco, alla stregua di un maestro illuminato, riuscirà a dare nuovi spunti rispetto a ciò che si sta conformando nella tua vita. 

#5. Un piano di decodifica è tuo (e solo tuo)

Ricorda sempre che esiste un piano di lettura dei Tarocchi che solo il consultante può decodificare, anche se non conosce la materia. Questo avviene perché le carte sono – fondamentalmente – simboli e, i simboli, sono universali. 

Così, se durante una lettura di Tarocchi sul lavoro vedi comparire il Sole, allora è fantastico. Tuttavia è importante capire come quella carta entra in relazione con il consultante, al fine di spronarlo per un lavoro attivo.

È compito del lettore di carte portare questa simbolicità nella realtà pratica. 

Se il tarologo continua a sottolineare la positività della carta, ma il consultante è spaventato perché, nel suo settore lavorativo il sole è sinonimo di pericolo, allora è necessario tener presente questo stato di cose. Qualora l’interprete non lo facesse, non sarebbe un buon interprete. Leggi da questo articolo come scoprire i falsi lettori di Tarocchi ed evitare di essere raggirati.

Come Affrontare In Modo Sano Una Lettura di Tarocchi

Come vedi, per beneficiare di una lettura di Tarocchi non serve altro che una buona ricettività al fine di assimilare intuitivamente i concetti esposti ed una buona attività per accoglierli in modo critico ed elaborarli in base al nostro senso di identità più profondo.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere contenuti gratuiti su spiritualità e Tarocchi.

icona email contatta

Articoli correlati

Risposte